È arrivato il momento di sostituire i vecchi infissi

  1. Home
  2. News
  3. È arrivato il momento di sostituire i vecchi infissi
Sostituire gli infissi - SPI finestre

Con i nuovi serramenti termoisolanti risparmierai sulla bolletta energetica e darai un tocco di eleganza alla tua casa. I costi ti preoccupano? Puoi approfittare degli incentivi dell’Ecobonus.

I tuoi serramenti mostrano tutta la loro età? Gli spifferi e lo scarso isolamento termico fanno lievitare i costi del riscaldamento?

Se è da un po’ che rifletti sull’opportunità di cambiare gli infissi della tua casa, sappi che questo è il momento opportuno.

L’Ecobonus 2020 per la sostituzione dei vecchi infissi offre il 50% di detrazione fiscale sulla spesa che può arrivare al 110% se gli infissi vengono trainati da un intervento (cambio caldaia o istallazione del cappotto termico) che porti un miglioramento di due classi energetiche dell’edificio.
Con l’Ecobonus 50% alla detrazione fiscale diretta si affianca ora la possibilità di cedere il credito al fornitore e dunque di fatto pagare gli infissi il 50% del loro valore.

Scopriamo insieme perché ti conviene davvero sostituire le vecchie finestre e come farlo nel modo migliore.

Come funzionano le detrazioni per la sostituzione degli infissi

Gli Ecobonus 2020 per gli interventi di riqualificazione energetica sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2021.

La sostituzione degli infissi, appunto perché migliora l’efficienza energetica delle abitazioni, è compresa tra le opere che fruiscono di questi incentivi, che si traducono, come abbiamo accennato, in detrazioni fiscali con possibilità di cessione del credito.

Il bonus fiscale previsto è del 50%, per un valore massimo della detrazione pari a 60.000 euro, recuperabile in 10 anni. Questo se l’intervento riguarda la tua sola unità immobiliare.

Se invece riguarda le parti comuni o tutti gli appartamenti del tuo condominio, la detrazione sale al 75% (con un massimo di 90.000 euro per ogni appartamento).

La nota di rilievo è appunto che puoi utilizzare questo credito d’imposta come pagamento, cedendolo all’impresa che svolgerà l’intervento o a un istituto di credito per ottenere la liquidità necessaria per il saldo della spesa.

Questo significa che puoi sostituire i tuoi vecchi infissi anche se al momento non hai budget sufficiente.

4 buone ragioni per cambiare gli infissi

Se l’Ecobonus non basta a convincerti, ecco 4 validi motivi per rinnovare i tuoi serramenti.

1. Migliorare l’isolamento termico della tua casa

Eliminando le dispersioni di calore, i nuovi serramenti aumentano l’efficienza energetica della tua casa, il che si traduce in costi inferiori (il riscaldamento pesa per più della metà sulla bolletta) e nella riduzione delle emissioni di CO2 provenienti dalla tua caldaia.

Quanto si risparmia cambiando gli infissi?
Indicativamente, per un appartamento di 100 mq si può arrivare fino a 500 euro all’anno.

Se poi la tua casa è dotata anche di un impianto di condizionamento, noterai un calo nei consumi di elettricità, perché gli infissi mantengono più a lungo il raffrescamento interno.

2. Migliorare l’isolamento acustico

I nuovi doppi o tripli vetri e gli infissi dalle guarnizioni ermetiche lasciano fuori non solo il freddo e il caldo ma anche i rumori del traffico e assicurano un plus di tranquillità alla tua famiglia.

3. Aumentare la sicurezza

Gli infissi oggi in commercio sono molto più robusti e permettono l’integrazione di soluzioni antieffrazione. Se poi desideri sentirti ancora più sicuro, puoi optare per vetri antisfondamento e serrature antiscasso.

4. Rendere più bella la tua casa

I moderni serramenti sono veri e propri complementi d’arredo e possono uniformarsi, per stile e colore, al look della tua casa o introdurvi un gradevole elemento di novità, ad esempio con la scelta di tonalità contrastanti.

Cosa scegliere? Infissi in pvc, alluminio o legno?

Ti sei convinto a sostituire i vecchi infissi e stai cominciando a interessarti alle tipologie di serramenti in commercio.

I materiali più classici per la realizzazione di infissi sono il pvc, l’alluminio e il legno, spesso utilizzati in composizioni abbinate (pvc-alluminio, legno-alluminio).

Infissi in pvc: resistenti e isolanti

Pvc sta per PoliVinile di Cloruro, un materiale plastico.
In questo caso non devi pensare alla plastica come a un materiale leggero e solitamente antiestetico.

In realtà il moderno pvc utilizzato per gli infissi è robusto, altamente isolante e può essere trattato in modo da avere una resa estetica più che apprezzabile.

Infissi in alluminio: un occhio di riguardo all’estetica

L’alluminio è un metallo che, nel settore della serramentistica, ha raggiunto livelli estetici notevoli sotto il profilo della pulizia delle forme, della risposta dei colori alla luce e della sensazione al tatto.

In quanto metallo, di per sé non isola ma, con la tecnica del taglio termico, negli infissi l’alluminio raggiunge ottime prestazioni.

Infissi in legno: belli e naturalmente termoisolanti

L’infisso in legno è il top dal punto di vista dell’estetica, per l’ampia scelta tra le sfumature delle varie essenze e per la sensazione di calore che trasmette.

È inoltre un naturale isolante termico.
Richiede però una manutenzione più accurata rispetto a pvc e alluminio.

Quanto costa rifare gli infissi?

Siamo alla domanda cruciale: quanto costa sostituire tutti gli infissi?
Di solito la risposta in questi casi è: dipende. Ed infatti è dipende, perché dimensioni (gli infissi sono sempre su misura), tipologia dei vetri, tipologia della finitura modifica e non di poco il costo dell’infisso.

Ci possiamo però collegare, per dare un’idea, ai massimali di spesa che il Bonus Casa ha definito e che si relaziona con le fasce climatiche in un cui è diviso il territorio. Nella provincia di Milano ovvero nella Zona Climatica E un infisso diciamo delle dimensioni più vendute ovvero di 2mq di superfice, considerando serramento e oscurante, gode fruendo del 50% di detrazione, di uno sconto fino a 750 € per infisso.

Scopri gli infissi di SPI Finestre, frutto di 30 anni di esperienza

Ora che conosci un po’ meglio i tipi di serramenti e i costi di mercato, ti manca solo l’esperienza diretta: vedere con i tuoi occhi e toccare con mano le possibili soluzioni per la tua casa.

Nel nostro showroom ti mettiamo a disposizione gli infissi di SPI Finestre, azienda italiana da 30 attiva nel campo della serramentistica.
Sono due le linee che raccolgono i prodotti di punta di SPI Finestre.

Linea pvc, il massimo dell’ecocompatibilità

La Linea pvc di Spi Finestre è il risultato di importanti investimenti nella Ricerca e Sviluppo, che hanno condotto alla formulazione di un materiale altamente isolante ed ecocompatibile, riciclabile al 100% in fase di smaltimento e, naturalmente, certificato VOC A+.

Un prodotto dalle prestazioni esclusive e facilmente trattabile per rispondere a ogni esigenza estetica.

Per tutte e due le linee sono previsti vetri con gas argon (che abbassano l’indice di trasmittanza termica e quindi la dispersione di calore), ante a ribalta, soluzioni antieffrazione.

Non ti resta che farci visita e scegliere i tuoi infissi.
I nostri esperti sapranno consigliarti, tenendo conto delle tue esigenze e del tuo budget.

Linea alluminio, praticità e alta qualità

Gli infissi della Linea Alluminio sono l’ideale per chi cerca serramenti pratici e di alta qualità.

L’alluminio è robusto e non necessita di manutenzione, perché resiste alle intemperie senza che il colore degradi o la superficie si deteriori.

Sempre certificate VOC classe A+, le finestre in alluminio di SPI offrono una vasta gamma di tinte vivaci e originali da abbinare a un arredamento moderno, e verniciature con effetto legno (alla vista e al tatto), per integrarsi con ambienti classici o rustici.

Presso i punti vendita Madepoint di Casorezzo e di Lissone troverai ciò che cerchi ed un personale professionale in grado di ben consigliarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu